Laerru

Garibaldi e Mina, strana coppia di cani

Al canile di Codrongianos, a pochi chilometri da Sassari, li hanno ribattezzatati "la strana coppia". Lui è aitante, con qualche lontano avo maremmano, simpaticone, socievole, sempre in cerca di coccole e compagnia. Lei è uno scricciolo di sei chili con le orecchie da volpino, minuta e smilza, timida, timorosa, non dà confidenza facilmente. Sono Garibaldi e Mina. Due cani che sembrano arrivare da due pianeti diversi, ma che al canile intercomunale di Codrongianos si sono incontrati ed è scattato il colpo di fulmine. Sono inseparabili. "Vivono in simbiosi", spiega Sebastiano Candidda, volontario responsabile del canile e rappresentante della Lega per la difesa del cane a Porto Torres. "Passano tutta la giornata assieme, dormono insieme, escono in coppia. Per questo chiediamo e speriamo di trovare qualcuno che li adotti entrambi. Non possiamo nemmeno immaginare come vivrebbero se fossero separati". La loro unione è la prova che in natura gli opposti si attraggono. Mina è restia al contatto con gli umani, e si lascia avvicinare solo se Garibaldi è al suo fianco. E gradualmente la vicinanza del suo compagno di vita la sta aiutando a essere più socievole, a prendere coraggio e a fidarsi dei volontari del canile. I due amici inseparabili hanno entrambi più o meno due anni di età, sono arrivati in canile dopo una retata di cani vagabondi ordinata dal Comune dove scorrazzavano liberi. "C'era stata un'aggressione a un piccolo cane e allora l'amministrazione comunale aveva ordinato la cattura degli animali e il loro affidamento al canile", spiega Candidda. Mentre Garibaldi aveva subito preso confidenza con il nuovo ambiente e con i volontari, Mina aveva dimostrato tutte le sue debolezze. Insicurezze che scompaiono quando al suo fianco c'è il suo grande amico. Era così difficile da avvicinare che al canile avevano anche sbagliato il sesso: pensavano fosse un maschio e le avevano dato il nome Scooby. "Chiediamo davvero che siano adottati assieme, sono inseparabili. Noi siamo disposti ad accompagnarli ovunque, anche fuori dalla Sardegna. L'importante è che questa 'strana coppia' continui a esistere e a essere felice". (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie